Torre di monitoraggio MANFRED

Progetto INTERREG “Alpine Space” – MANFRED

Categoria: Monitoraggio e misure, Pianificazione, PROGETTI Tags:
Scritto da Stefano Oliveri il 1 dicembre 2011

Nell’ambito del progetto INTERREG “Alpine SpaceMANFRED (Management strategies to adapt Alpine Space forests to climate change risk), Ecometrics segue un’articolata serie di attività finalizzate a valutare l’impatto dei cambiamenti climatici sulle foreste alpine. In particolare, ci stiamo occupando di:
– monitoraggio e mappatura dell’esposizione della vegetazione all’ozono, all’interno del territorio della Valle Camonica, mediante Indice AOT40, per un intero semestre (1 Aprile – 30 Settembre 2010) ;
– progettazione e realizzazione, in diverse località del territorio della Comunità Montana di Valle Camonica, di otto campagne settimanali di monitoraggio dell’ozono troposferico, degli ossidi di azoto e del monossido di carbonio, oltre che temperatura, umidità relativa, radiazione solare globale, precipitazioni;
individuazione di un sito per misure micrometeorologiche di flussi di ozono, acqua ed energia presso una stazione forestale remota in  Valle Camonica. Fornitura e installazione, presso il sito individuato, di una torre per le misure sopra indicate. Gestione della stazione di misura. Fornitura di expertise e consulenze nell’analisi di dati meteorologici e micro – meteorologici raccolti presso il sito di misura;
implementazione, in collaborazione con AIT (Austrian Institute of Technology), di una routine per la stima dei flussi stomatici di ozono. La routine andrà integrata con il modello di calcolo delle concentrazioni di ozono sviluppato da AIT  e con i dati delle proiezioni meteo climatiche locali sulla base degli scenari IPCC (WSL, Birmensdorf, CH);
– raccolta, per il territorio della Regione Veneto, di dati relativi ad eventi estremi di natura forestale (incendi, alluvioni, schianti da vento, valanghe, attacchi di patogeni, picchi di fotossidanti) occorsi negli ultimi 30 anni;
analisi comparata e selezione delle pratiche più idonee per una gestione forestale orientata, sia in ottica di prevenzione che di mitigazione, alla riduzione degli impatti che i cambiamenti climatici potranno avere sulle foreste dell’arco alpino;
strutturazione di un netwrok virtuale fra tutte le comunità locali dell’arco alpino che abbiano già sperimentato, sul proprio territorio, le conseguenze di eventi estremi di carattere forestale;
– consulenza statistica e servizi di analisi statistiche multivariate finalizzate ad individuare specifici trend in atto relativi al manifestarsi di eventi estremi di natura forestale sull’arco alpino.

Non ci sono ancora commenti. Fanne uno tu.

Lascia il tuo commento